RINNOVAMENTO LENTO

Alessandrini sfoggia tre nuovi assessori: incarico bis per Allegrino

Un restyling che farà discutere e che dovrebbe risollevare le sorti della amministrazione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1718


PESCARA. Dopo il “pathos” per l’attesa, dopo il ritiro improvviso delle deleghe, il sindaco Marco Alessandrini sfoggia la sua “nuova” giunta: tutti riconfermati meno tre. E’ con questa premessa che dovrà affrontare l’ultima parte del mandato, non facile e non fortunato per il sindaco del rinnovamento e delle grandi speranze.

Entrano il professor Stefano Civitarese Matteucci, avvocato e docente di diritto amministrativo, socio dello studio di Lorenzo Del Federico, noto avvocato del capoluogo adriatico, esperto di diritto urbanistico è alla sua prima esperienza diretta in politica.

Altro volto nuovo è  Loredana Scotolati, ex dirigente all'Urbanistica alla Provincia e poi al Comune di Pianella, attualmente in pensione, laureata in architettura, assunta in Regione Abruzzo nel 1980, poi passata in Provincia è stata in molti comuni sia come dirigente che come commissario ad acta.

Infine l’ultima “novità” è un nome ben noto al mondo della politica e dell’imprenditoria locale: Antonella Allegrino, ex Idv, poi per un periodo fuori dalla politica attiva coinciso con l’insorgere dei suoi guai giudiziari che l’hanno attinta e per i quali si sta ancora difendendo in tribunale dalle accuse di evasione fiscale insieme al commercialista Luca Del Federico attraverso il quale avrebbe portato capitali all’estero. Il processo è stato così lento che si è prescritto praticamente alla prima udienza del dibattimento. Di recente la società amministrata da Allegrino, la Sogeda, è stata multata dall’antitrust per un sospetto cartello per piazzare distributori automatici .


L’accordo scoperto dall’Antitrust, volto a mantenere alto il livello dei prezzi e a preservare la redditività delle imprese di gestione, sarebbe consistito nella ripartizione del mercato e della clientela, nonché nel coordinamento in materia dei prezzi di vendita.

Le imprese di gestione, parti del procedimento, si definivano reciprocamente “concorrenti amici”, astenendosi dal presentare offerte l’una ai clienti dell’altra anche in occasione di gare, per effetto di un “patto di non belligeranza”.

Evidentemente gli inciampi giudiziari non sono un problema nè per il Pd, nè per Alessandrini che ha lasciato vacante anche la casella del bilancio. Del resto Allegrino era già stata chiamata a rinnovare la governance della Saga pure in grosse difficoltà finanziarie e di gestione. Il posto in consiglio di amministrazione però è vacante da oggi: Allegrino ha annunciato di essersi dimessa. 


 

Rimangono fuori Veronica Teodoro, figlia di Gianni, la cui nomina scatenò molte polemiche ed una denuncia per diffamazione ai danni di enrica Sabatini del M5s, e anche Adelchi Sulpizio e Sandra Santavenere.

Le nomine sono state ufficializzate dal primo cittadino, stamani, nel corso di una affollata conferenza stampa. Le deleghe saranno conferite nelle prossime ore.

Intanto, Alessandrini ha anticipato che Civitarese e Scotolati si occuperanno di programmazione e gestione del territorio «in ottica di virtuosa collaborazione, visto che ci sono tante competenze che si intersecano».

Antonella Allegrino si occupera' di welfare e politiche sociali. Per quanto riguarda la ridistribuzione delle deleghe, il sindaco ha detto che «vi saranno conferme e messe a punto rispetto all'esperienza maturata in questi anni».

Il primo cittadino ha, inoltre, ringraziato i tre assessori uscenti. Sulla composizione della maggioranza è stato chiaro: «siamo consapevoli di aver chiesto dei sacrifici. Abbiamo svolto una serie di avvicendamenti, ma siamo anche sempre al lavoro per fare in modo che la comunita' politica continui nella sua interezza a dare un contribuito alla causa comune che si chiama Pescara».


«Non c'è responsabilità individuale sui cambiamenti», ha detto Alessandrini, «ma esigenze condivise con i vertici politici e amministrativi della coalizione, perché bisogna andare avanti e dopo aver sanato i conti pensare al rilancio della città. L’attuale composizione è infatti l’esito di un largo giro di consultazioni che ho tenuto in questi giorni. Al termine di questa presentazione si terrà la prima giunta, che sarà deliberativa anche senza l'assegnazione delle deleghe. Perché poi l’azione sia più capillare ed efficace, avremo cura di coinvolgere anche i consiglieri di maggioranza attraverso l’istituto della delega per temi: abbiamo già raccolto le disponibilità di alcuni su argomenti particolari».

Alessandrini ha poi aggiunto: «La lista Teodororo, come le altre liste che hanno perso un rappresentante in giunta restano in maggioranza».


Tutti d’accordo?

I COMMENTI

«Bocciata senza appello la politica finanziaria dell’ex assessore Sulpizio; bocciata la politica sociale dell’assessore Diodati, privato di una delega strategica; bocciata la politica urbanistico-edilizia inesistente della Santavenere; bocciata la giovane presenza della Teodoro», commenta Guido Cerolini coordinatore di Forza Italia, «la parabola dell’astro nascente della politica Pd, il sindaco Alessandrini, si avvia a conclusione, dopo quel tentativo di riformattazione odierna della sua giunta, avvenuta in un clima da ‘quiete prima della tempesta’, ovvero quella che si scatenerà in Consiglio comunale. I nuovi assessori nominati in realtà non segneranno un cambio di passo dell’esecutivo, ma sono solo dei professionisti che metteranno a disposizione della politica la propria conoscenza di codici e norme, dimenticando che per quello, all’interno della macchina comunale, ci sono già i dirigenti».



«La nuova composizione della giunta Alessandrini», commenta Berardino Fiorilli, dell’associazione  ‘Pescara – Mi piace’, «ha evidentemente risposto alle imposizioni della politica Pd-D’Alfonso, facendo fuori lo scomodo alleato Teodoro, definitivamente fuori dai giochi di maggioranza, e sacrificando due ‘agnelli’, come Sulpizio e Santavenere, recordwoman di voti, per fare spazio a due ingressi calati dall’alto, sebbene il profondo rispetto per le rispettive professionalità. Ma oggi Alessandrini ha sostanzialmente scritto la parola ‘fine’ alla propria avventura da sindaco, visto che ora si ritroverà a fare i conti con una maggioranza consiliare più frantumata di prima. Né lo salveranno i ‘contentini’ distribuiti ai vari consiglieri Padovano o Scurti, in rappresentanza dei ‘partiti minori’, sotto forma di deleghe fittizie, visto che quelle cariche non hanno alcun valore esecutivo e presto lo scopriranno, se non lo sanno già, gli stessi consiglieri. Per questa ragione al sindaco Alessandrini e a tutta la maggioranza oggi torniamo a chiedere di porre fine a questa lunga agonia e di rassegnare le proprie dimissioni, evitando anche una sfiducia che ormai è dietro l’angolo».

M5S: «ALESSANDRINI PERDE E CAMBIA»  

«Squadra che vince non si cambia, ed Alessandrini oggi ha dimostrato di aver perso. Con lui ha perso tutta la città che ha dovuto subire oltre due anni di incapacità, pressapochismo e confusione. Oggi, tutto diviene chiaro e lo stesso PD non può che registrare quanto sia stato grave nominare degli assessori solo sulla base del "peso" di voti o per il mero mantenimento di stucchevoli equilibri politici».

Questo il commento dei consiglieri comunali M5S Sabatini, Alessandrini e Di Pillo .

«Quando venne nominata la Giunta segnalammo con forza», aggiunge la capogruppo m5s Enrica Sabatini «l'inadeguatezza e l'incompetenza dell'assessore Teodoro ed, oggi, le nostre parole - all'epoca contrastate addirittura con atti di intimidazione da 250 mila euro di richiesta risarcimento danno - sono diventate innegabili ed incontestabili. Scegliere come assessori persone prive di merito e di competenze ha provocato quanto da noi all'epoca preannunciato, ossia solo un danno alla nostra città costretta  a pagare, con soldi pubblici e per oltre due anni, assessori evanescenti ben  piantati sulle poltrone ed assolutamente incapaci di portare a casa il minimo  risultato di lavoro».

Del Vecchio Enzo

Vicesindaco con delega “Infrastrutture e manutenzione della Città”

Lavori Pubblici - Manutenzione stradale e sottoservizi - Cimiteri - Protezione civile - Grandi Infrastrutture - Personale - Demanio marittimo e PRP portuale

Cuzzi Giacomo

Assessore con delega “Attività produttive, Turismo e Formazione”

Attività produttive - Turismo - Artigianato - Industria - Pesca - Commercio -Esercizi pubblici - Mercati - Riorganizzazione, gestione e occupazione del suolo pubblico e pubblicità - Grandi eventi turistici - Pubblica Istruzione - Mense scolastiche - Edilizia scolastica e relativa manutenzione

Di Iacovo Giovanni

Assessore con delega alla “Crescita culturale”

Cultura e beni culturali - Politiche giovanili e creatività - Associazionismo sociale e culturale- Rapporti col mondo del volontariato - Partecipazione e coinvolgimento cittadini

Di Pietro Laura

Assessore con delega al “Verde pubblico e Politiche europee”

Verde urbano - Relazioni internazionali - Politiche comunitarie e cooperazione internazionale - Sistemi informativi e tecnologici - URP - Servizi Demografici ed elettorali

Diodati Giuliano

Assessore con delega al “Bilancio e benessere sportivo”

Bilancio - Finanze - Provveditorato - Programmazione economica e finanza innovativa - Controllo di gestione - Spending review - Tributi - Sport - Gestione e manutenzione impianti sportivi - Grandi eventi sportivi - Tutela del Mondo animale

Marchegiani Paola

Assessore con delega al “Decoro urbano”

Igiene e decoro urbano - Raccolta differenziata - Riserva dannunziana e Piano di assetto naturalistico - Tradizioni cittadine

Allegrino Antonella

Assessore con delega al “Welfare e innovazione socio-sanitaria”

Politiche sociali - Piano di zona - Sanità - Pari opportunità - Edilizia residenziale pubblica e relativa manutenzione - Politiche abitative - Housing sociale - Rapporti Enti di supporto alle autonomie locali - Rapporti e tutela dei consumatori

Civitarese Matteucci Stefano

Assessore con delega al “Governo del Territorio e Politiche Urbane”

Urbanistica - Mobilità e Programmi complessi - Smart city - semplificazione amministrativa

Scotolati Loredana

Assessore con delega alla “Sostenibilità ambientale”

Sportello Unico - SUAP - SUAC - Edilizia privata - Ambiente - Politiche energetiche

Loredana Scotolati curriculum by PrimaDaNoi.it on Scribd