IL DANNO

San Giovanni Teatino. Atto di vandalismo contro il più votato

834 preferenze per Giorgio di Clemente ed auto rigata

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

433

 

SAN GIOVANNI TEATINO. Fiancate rigate. Atto di vandalismo odioso e nemmeno tanto originale ai danni del candidato che ha ottenuto più voti:  834 preferenze. Un record non solo per San Giovanni Teatino alle ultime amministrative. Un premio per Giorgio Di Clemente, detto Sandokan, vicesindaco uscente, ma soprattutto il riconoscimento  per 5 anni di costante presenza sul territorio, rapporto e confronto con i cittadini e tante opere condivise e utili al territorio.

Sandokan ha mantenuto anche una sua promessa e dal giorno dopo le elezione ha tagliato la sua famosa barba, da "Tigre della Malesia" appunto.

Purtroppo «gli invidiosi e poveri di spirito, per non dire imbecilli, sono parte di questo mondo e non hanno mancato di lasciare il loro segno, è il caso di dirlo, vigliacco». Lamenta più deluso che arrabbiato Di Clemente.

La scorsa mattina, infatti, salendo in macchina  ha trovato una sgradita sorpresa: la sua Cruz Chevrolet nera era stata danneggiata da vandali nel corsa della notte. Qualcuno con qualcosa di appuntito, forse un chiodo o un cacciavite, ha rigato le due fiancate il cofano della vettura .

«Non ho sospetti e no riesco a capire che possa essere stato - ha dichiarato Di Clemente - voglio proprio sperare che non si tratti di una vendetta o di invidia per il mio strepitoso risultato elettorale. Sarebbe una atto ingiustificabile, una vigliaccata, che no riesco a comprendere per nessuna ragione».

Già nel pomeriggio di ieri Di Clemente si è recato presso la locale stazione dei carabinieri di San Giovanni Teatino per segnalare l'increscioso episodio. Il comandante Luigi Sicignano ha assicurato il massimo impegno per individuare il responsabile o i responsabili dell'atto vandalico.