BUON COMPLEANNO

Auguri Jerry Lewis, oggi compie 90 anni

Nel 1953 con la moglie di origini abruzzesi visitò Paganica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

460

NEWARK. Jerry Lewis nato a Newark (USA) il 16 marzo 1926, oggi compie 90 anni, in assoluto il più grande attore comico del secolo scorso, grazie alla straordinaria mimica facciale e alla sbalorditiva genialità di intrattenitore.

Nel 1946 fece coppia con Dean Martin (di origine abruzzese) e tanto fu il successo che in breve tempo divennero celebri in tutto il mondo.

Tra i loro film più famosi si ricordano: La mia Amica Irma, Attente ai marinai, Morti di paura, Occhio alla palla, Più vivo che morto, Artisti e modelle, Il marmittone, Ragazzo tutto fare, L’idolo delle donne, Le folli notti di Jerrll, Jerry 8 e ½, Pazzi pupe e pillole, Scusi dov’è il fronte?.

In pochi però, sono a conoscenza che Jerry Lewis, nel 1944 sposò Pasqualina Calonico in arte Patti Palmer nata dal matrimonio di due emigranti abruzzesi di cui la madre Maria Rotellini nata e vissuta a Paganica fino ai diciotto anni. Jerry conobbe Patti al Downtown Theatre di Detroit dove lei in quell’occasione si esibiva quale musicista e cantante già affermata.

Jerry Lewis chiamato al servizio di leva fu riformato poiché gli fu riscontrata la perforazione di un timpano dell’orecchio. In quegli anni l’America fu coinvolta nel secondo conflitto mondiale e non poter dare il proprio contributo lo fece sentire in debito verso gli altri. Fu così che alla fine del conflitto iniziò a fare beneficienza agli orfani di guerra quasi per sdebitarsi.

A New York si era formato un comitato per la raccolta di fondi a favore dei bambini malati di distrofia muscolare. Sapendo della propensione alla beneficenza di Jerry Lewis, il comitato gli chiese, se con la sua immagine fosse stato disponibile ad aiutare il reperimento dei fondi. Da tale proposta si sentì coinvolto in modo “fortemente emozionante” e successivamente ideò la formula del Telethon.

Forte della sua celebrità, nessun artista si sottraeva dal partecipare gratuitamente ai suoi spettacoli per la causa, così in pochi anni si diffuse in tutti gli States e lui ancora oggi è universalmente riconosciuto come il “papà” del Telethon anche se per poter rispettare gli impegni cinematografici, Jerry coinvolse tutta la famiglia sia nell’organizzazione che nella partecipazione.

Nel 1977 per lo stesso motivo ebbe una nomination al Premio Nobel per la Pace e Patti che aveva lavorato per anni al Centro per le Malattie Neuro-Muscolari dell’università della California ricevette l’onorificenza come donna dell’anno (“Woman of the year”).

Nel 1953 i coniugi Lewis fecero una visita ai parenti a Paganica ampiamente documentata a fronte della quale, nel 2004 Raffaele Alloggia scrisse un libro “Patti Palmer e Jerry Lewis due Stelle a Paganica” edito da Infomedia Groop, il cui ricavato del libro, facendo seguito a ciò che la famiglia Lewis ha fatto da decenni, è stato totalmente devoluto al Telethon.

Il figlio primogenito Gary Lewis, il quale ha una sua Band ed ha venduto oltre 45.000 dischi, in un sua recente lettera ha fatto sapere ad Alloggia che sua madre Patti di 96 anni, sta bene ed è ricoverata in una struttura assistita a Los Angeles a Las Vegas vicino ai figli e nipoti.