IL PRIMATO

Montesilvano spiaggia più bella d’Italia: la gaffe tra marketing e megalomania

Un motore di ricerca stila la classifica ma la spiaggia abruzzese un primato ce l’ha

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4588

ABRUZZO. Nel mondo dorato di internet si mischiano verità e bugie, propaganda e notizie, tutto si può fare, specie se dietro ci sono marketing stratificati.

Così il motore di ricerca Sky Scanner, per veicolare meglio il proprio marchio, pubblica di volta in volta classifiche dei posti più belli del mondo e d’Italia, tanto per invogliare a partire e sciegliere voli e location per poi lasciare la percentuale.

La notizia di oggi è che la spiaggia di Montesilvano è al 13° posto tra le spiagge più belle.

Detta così è difficile fraintendere ed, infatti, nessun fraintendimento.

Chi stila la classifica si limita solo a dire che  «la scelta delle spiagge è avvenuta tenendo conto di vari fattori. Tra gli altri: la pulizia delle spiagge, lo stato delle acque e l’unicità del paesaggio circostante (molte spiagge sono inserite in parchi naturali o riserve protette). Infine, abbiamo anche tenuto conto dei preziosissimi suggerimenti dei nostri lettori, che hanno condiviso con noi le foto delle loro spiagge preferite».

Ora, già solo a prendere le spiegazioni di Sky Scanner si capisce bene che Montesilvano -con tutto il rispetto- sfigura e non poco: la spiaggia non è pulita (non sempre e con troppe sorprese sgradite...), l’acqua secondo le analisi dell’Arta è pulita nei limiti di legge anche se il fiume Saline abita lì vicino, il paesaggio non è affatto unico, la spiaggia non è inserita in un parco naturale nè in una riserva protetta.

L’unica spiegazione possibile per aver inserito Montesilvano nella classifica sono le segnalazioni dei lettori che evidentemente devono essere migliaia.

L‘Abruzzo è meraviglioso ed ha peculiarità enormi, troppo svilite, e bisognerebbe valorizzare quelle non tentare scalate perigliose.


Nella classifica delle 10 città più popolose d’Italia, per esempio, l’Abruzzo non c’è ma non è che per questo ci deprimiamo…

Chi ha viaggiato un pò ha le idee più chiare (forse persino essendo montesilvanese), chi, invece, non ha viaggiato può limitarsi ad ammirare le foto delle altre spiagge concorrenti nella classifica e vedere se trova similitudini con quella abruzzese.

Foto spettacolari scorci incontaminati, acqua cristallina e blu, angoli di paradiso e natura che di certo invogliano a viaggiare subito.

Non potendolo fare, se proprio si dovesse scegliere nei paraggi, c’è pur sempre la Torre di Cerrano o le spiagge di Vasto che magari qualcosa in più hanno…

 Ma Montesilvano in questa speciale classifica pubblicitaria è al 13° posto anche se avrebbe meritato -in verità- il primo posto (ed anche l’unico).


Il primato sta nel fatto che persino nella foto mostrata sul sito è ben visibile un enorme scarico -anche bello centrato- che vomita acqua nera ogni volta che piove da oltre 30 anni. Nella foto si vede una ampia chiazza nera di acqua ristagnante e putrida… un caso unico, appunto.

Scarichi diretti in mare di acque nere (magari bianche solo per la burocrazia) che spesso d’estate devastano anche gli ombrelloni.

Un fatto denunciato più e più volte e mai risolto, non nuovo ma comunissimo in Abruzzo nonostante dal 1990 c’è il divieto di scaricare a mare acque non depurate.

Ma mai si era vista una spiaggia, tra le più belle d’Italia, con uno scolo nel mezzo.

Almeno il buon senso di cambiare inquadratura e tentare un dribbling con un provvidenziale zoom…

L’amministrazione comunale gongola, rilancia il marketing come fosse una verità oggettiva e continuerà a tollerare lo scolo di acqua nera... del resto siamo o no al 13° posto?

Dunque cosa augurarsi: che tanti turisti vengano sulla bella spiaggia a vedere con i loro occhi?

 Evviva il turismo.