TOUR OPERATOR?

Pizzoferrato, il Comune pensa all’acquisto dell’hotel Delberg

Al sindaco adesso spetta verificare quanto sia davvero fattibile

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1475


PIZZOFERRATO. Il Comune di Pizzoferrato sta pensando di acquistare il Delberg Palace hotel,  un albergo a tre stelle nel villaggio turistico Valle del Sole, cuore pulsante del comprensorio.


L'iniziativa, già emersa nei mesi scorsi, è stata ribadita nel corso di una seduta straordinaria del Consiglio Comunale: il sindaco Palmerino Fagnilli ha presentato l’atto di indirizzo «per rilanciare il turismo e garantire la ripresa e lo sviluppo dell'economia locale».

Il primo cittadino ha spiegato la sua idea sottolineando anche che la deliberazione «vuole essere una provocazione per riqualificare l'intero villaggio turistico»: insomma c’è la volontà di  affrontare il problema e di avviare una riflessione per intraprendere un percorso di rilancio dell'economia locale.

Il sindaco ha anche ricordato che la Valle del Sole con tutte le 1.400 attività abitative deve per i servizi resi dal Comune circa 350.000. Una vicenda infinita che si trascina da anni e che vede sul piede di guerra una parte di quelli che in zona sono proprietari di seconde case.

Si è opposto alla proposta di acquistare l’hotel il consigliere di minoranza  Carmine Tarantini secondo cui l'acquisizione sarebbe dannosa per le casse pubbliche in quanto il Comune non ha le professionalità idonee per la gestione di una struttura alberghiera di notevoli dimensioni come quella (quasi 100 camere). Di sicuro sarebbe un impegno importante.

La proposta del sindaco è poi passata con 5 voti favorevoli e il solo contrario di Tarantini.




E’ VERAMENTE POSSIBILE?

A questo punto, dunque, Fagnilli dovrà verificare la fattibilità tecnica, giuridica, economica e finanziaria dell'idea della acquisizione al patrimonio comunale dell'immobile «anche attraverso eventuale contributi e fondi di finanziamento per la riqualificazione dell'intero villaggio turistico».

Non sono mancate perplessità anche da parte dei residenti della zona e qualcuno ha ipotizzato che il Comune possa buttarsi su questo investimento immobiliare per realizzare un centro per immigrati, ipotesi che per il momento non ha alcun fondamento.

L'albergo è attualmente in funzione e proprio la scorsa settimana ha chiuso la stagione invernale.  I commenti sui siti di recensioni lo descrivono come una struttura ferma agli anni 80 ma pare che comunque macini anche grazie alla meravigliosa posizione.

All'interno della struttura ci sono una discoteca, 2 campi da tennis in cemento, 2 campi da basket, 2 campi da volley, 2 campi da calcetto e poi ancora una sala da biliardo, una sala lettura, una sala conferenze, una sala giochi e poi una piscina estiva. In totale ci sono al momento 98 camere.