IL FATO

Pescara. Piastrelle si staccano dal palazzo (nuovo): tragedia sfiorata  

I vigili del fuoco mettono in sicurezza la zona. Nessun ferito per pura casualità

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4631

 

 

 

PESCARA. Piastrelle di rivestimento di un palazzo nuovo costruito 5-6 anni fa si sono staccate e sono precipitate in strada. Proiettili vaganti in grado di uccidere sul colpo sono andati per fortuna a vuoto ma poteva essere l’ennesima tragedia assurda.

E’ successo ieri sera nel centralissimo corso Vittorio Emanuele a Pescara al numero 346 dove c’è anche una banca.

A precipitare in strada sono state delle grosse piastrelle di rivestimento della facciata esterna della grandezza di circa mezzo metro. Ad occhio sembrerebbe staccatasi un'area di un metro quadrato, almeno un paio di mattonelle sono precipitate al suolo sfiorando le auto e danneggiandone lievemente due. Si sono letteralmente disintegrate sul marciapiede sottostante che per fortuna era vuoto in quel preciso istante.

Erano circa le 23 di ieri domenica 10 dicembre.

 

Preoccupati i residenti che si sono affacciati per il tonfo sordo avvertito e sono le persone che passano più spesso sopra quei marciapiedi.

Sul posto sono intervenuti polizia stradale e vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza la zona.

L’episodio sconcertante richiama ancora una volta come prioritario il problema della manutenzione degli edifici troppo spesso trascurata. Non è la prima volta che a Pescara si verificano crolli di murature o soffitti che sprofondano sempre senza conseguenze gravi.

In questo caso però il palazzo era davvero costruito da poco tempo e l’episodio di ieri sera ha indignato e preoccupato chi abita nella zona.

Ma è un rischio però che corrono tutti. Senza saperlo.