IL FATTO

Il bus Tua rompe il sostegno e perde  ruota e passeggeri  

E’ successo ieri sulla linea Roccamorice-Scafa. Nominata commissione d'indagine

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

13310


ROCCAMORICE. Brutta esperienza per i passeggeri a bordo del bus del trasporto pubblico gestito da Tua spa sulla linea Roccamorice-Scafa.


All’improvviso mentre il mezzo procedeva a velocità moderata uno scossone violento lo ha fatto  piegare verso la parte posteriore e sul lato sinistro.

Paura e bus fermo.


Poi la scoperta: la colonnina che sostiene la ruota si è spezzata.

I passeggeri sono stati fatti scendere e hanno atteso un altro mezzo che li ha portati a destinazione non senza cospicuo ritardo.


A giudicare dalle foto si tratta di una importante rottura meccanica le cui cause sono tutte da valutare e verificare.

In pratica il mezzo ha proprio perso una ruota e non perchè i bulloni che la tengono bloccata al disco si sono allentati ma perchè l’intero supporto avrebbe ceduto.

Fatto di particolare rilevanza anche perchè il bus di cui si parla è uno tra gli ultimi acquistati pochissimi anni fa e dunque non certamente tra i più vecchi o usurati.

Pare molto strano che mezzi pubblici vadano incontro a simili incidenti e imprevisti senza che le normali verifiche tecniche -sia nei depositi di Tua che le revisioni previste per legge- non si accorgano di parti meccaniche magari usurate o arrugginite.

In passato non sono mancate segnalazioni riguardanti diverse criticità proprio nella manutenzione dei mezzi Tua ed ex Arpa.


«Sono mesi che non si pagano le officine (debiti per oltre 30 milioni €)», ricorda oggi a proposito i consigliere regionale Mauro Febbo (Fi), «e quindi non si fa manutenzione seria e questa è la quotidianità»



Interpellata Tua spa si è poi appreso che sul bus viaggiava un solo passeggero che non ha riportato alcuna conseguenza e che l’incidente si è verificato nella giornata di ieri, martedì 19 settembre, durante l’effettuazione della corsa da Piana delle Castagne a Scafa delle ore 15:40.


Ad ogni modo il direttore generale di Tua Spa, Giuseppe Alfonso Cassino, ha nominato una commissione d’indagine per accertare le cause dell’evento e, contestualmente, ha «immediatamente disposto una serie di controlli supplementari su tutti i mezzi Tua Spa».