L'ABRUZZO FRANA

Frana a Civitella del Tronto, evacuate oltre 20 case

A Cagnano Amiterno palazzo pericolante, chiusa la statale 260

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1170

CIVITELLA DEL TRONTO. I danni causati dal maltempo delle scorse settimane continuano a farsi sentire.

La situazione più difficile la sta vivendo in queste ore il territorio teramano.

Sono oltre 20 le abitazioni evacuate a Ponzano di Civitella del Tronto, dove una vasta frana sta interessando il centro abitato ed ha provocato ampie fratture sulla Sp 8, che è stata chiusa al traffico.

La frana ha causato anche la rottura della linea di media tensione, lasciando senza corrente l'intera frazione, e provocato problemi a diverse abitazioni. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Teramo.

Sempre a causa di una frana è stato provvisoriamente chiuso al traffico il tratto della ss 81 Piceno-Aprutina all'altezza del km 50,800 nel comune di Penna Sant'Andrea.

E’ stata invece riaperta la strada statale 80 "del Gran Sasso d'Italia", chiusa lo scorso 4 febbraio a causa della caduta di massi sul piano viabile che aveva interessato diversi punti dell'arteria nei comuni di Campotosto (Aq) e Crognaleto (Te).

Il transito e' regolato a senso unico alternato con semaforo in due diversi punti dell'arteria, per consentire la prosecuzione dei lavori di messa in sicurezza.

In particolare, dopo aver rimosso i massi pericolanti Anas sta eseguendo interventi di ripristino e rinforzo delle reti paramassi esistenti e realizzazione di nuove barriere paramassi.

Intanto a Cagnano Amiterno, nell’Aquilano, l'Anas comunica che la strada statale 260 "Picente" e' provvisoriamente chiusa in localita' San Pelino (dal km 6,500 al km 8,900) a causa di un edificio pericolante adiacente alla carreggiata. Il traffico e' deviato con indicazioni sul posto.

AD ATRI A RISCHIO 14 FAMIGLIE

Problemi anche ad Atri. Qui oggi pomeriggio una nuova frana ha interessato la Sp 30 e la situazione viabilità è sempre più drammatica. «C'è una frana spaventosa a Casoli di Atri dove sta collassando mezzo centro storico - spiega il sindaco, Gabriele Astolfi - Un'altra frana all'inizio della provinciale per Treciminiere con rischi per le case, la provinciale per Silvi e per Pineto con veri e propri crateri, ho frane spaventose con un fronte di un chilometro».

 Una situazione che si aggrava di giorno in giorno, con il sindaco costretto a evacuare trenta famiglie, mentre altre 14 rischiano di essere sgomberate entro domani a causa di frane e smottamenti che minacciano le abitazioni.