VARIAZIONE SUL TEMA

Variante sud, imprenditori agricoli e residenti dicono no: «distruggono il nostro territorio»

Verso l’esproprio di 343 particelle

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

271

ABRUZZO. In tutti questi anni di progettazioni e smentite, gli imprenditori agricoli e i proprietari terrieri residenti a Onna, Monticchio e Barisciano non sono mai stati coinvolti nelle concertazioni tenutesi presso il Ministero per il progetto della variante Sud progettato dall’Anas.

Oggi dunque non si sentono rappresentati dalle scelte assunte in quei tavoli, con cui secondo loro si decreta di fatto la fine dell’agricoltura e della zootecnia nella zona tra Masergi e Marinaro, (territori di Onna e Monticchio).

Questa è la più importante zona pianeggiante di terreno irriguo del comune di L’Aquila dotata di un sistema di irrigazione a paratie e canali “larghi e bassi” a scorrimento, costruiti dai frati cistercensi nel XIII secolo.

L’intera area è di un’importanza strategica per il settore agroalimentare aquilano: qui infatti si coltivano fagioli tondi di Onna, ortaggi, orzo, mais e foraggio, oltre a prati stabili per il pascolo di pecore e bovini.

La strada, come progettata dall’ANAS, andrebbe a realizzare un terrapieno alto tra i 6 e gli 8 metri su cui dovrebbe passare una strada a doppia corsia, che devasterebbe le terre, rovinando per sempre questo straordinario paesaggio agricolo, che è attraversato ogni settimana da numerosi visitatori e appassionati.

«Ci siamo visti calare dall’alto un progetto di strada che andrebbe a distruggere questo paesaggio», contestano proprietari terrieri e residenti, «espropriando 343 particelle del catasto terreni, dividendolo a metà e frazionando le proprietà che diventeranno di difficile coltivazione, facendone crollare la produttività e il loro valore economico. Restiamo meravigliati dal fatto che le organizzazioni sindacali di categoria, rappresentanti delle imprese agricole del territorio, non si siano ancora espresse contro questo ulteriore scempio perpetrato dal progetto ANAS. Invitiamo pertanto i sindacati a far valere la propria posizione con le amministrazioni competenti onde evitare tale devastazione. Chiediamo inoltre a tutti Consiglieri di maggioranza e di opposizione di sostenere la mozione presentata, perché il Consiglio Comunale di L’Aquila si esprima in netta opposizione al tracciato ANAS, nonché a tutte le alternative finora proposte dalla società. Sollecitiamo infine che si diano indicazioni precise e responsabili all’ANAS perché si sviluppi al meglio la planimetria proposta dai Comitati, quale migliore alternativa a vantaggio di tutti».


CHI DICE NO

Contro al progetto ci sono anche (alviamo La Piana, Italia Nostra sez. L’Aquila; Archeoclub L’Aquila; Panta Rei; Centro di educazione ambientale Torre del Cornone -ILEX-; Appennino Ecosistema; Comitato No Biomasse, "Terra dei Figli " di Monticchio ; Comitato Salviamo Marinaro di Fossa; Comitato civico Barisciano e Frazioni; Tracturo3000; gruppo civico Un’Altra Regione; Associazione Culturale " La Fiaccola - Vincenzo Masci" di Monticchio ; Associazione " L'Aquila siamo noi ", Proloco Picenze- Villa di Mezzo-Petogn.

E poi ancora interi consigli comunali e gruppi consiliari dei territori interessati dall’attraversamento (per il Comune dell’Aquila:
vice-sindaco Nicola Trifuoggi; consigliere comunale di maggioranza con delega alla Protezione Civile Giuliano Di Nicola; consigliere comunale di maggioranza PD Antonello Bernardi; gruppo consiliare Sinistra Italiana – capogruppo Giustino Masciocco -;
gruppo consiliare comunale L’Aquila Oggi; gruppo consiliare comunale e segreteria provinciale Rifondazione Comunista; gruppo consiliare Appello per L’Aquila che vogliamo; gruppo consiliare Noi con Salvini;; gruppo consiliare comunale e segreteria provinciale PSI (Socialisti Riformisti); gruppo consiliare Forza Italia; gruppo consiliare Unione di Centro, gruppo
consiliare Nuovo Centro Destra; gruppo consiliare L’Aquila Città Aperta
per il Comune di Fossa: gruppi consiliari di maggioranza e di minoranza;
per il Comune di Barisciano:
gruppo consiliare di opposizione “Barisciano Bene Comune”; Consiglio comunale di Fossa ; Consiglio Comunale di Barisciano.