BANCHE

Bcc Abruzzese, l’assemblea dei soci approva il bilancio

Borgia: «abbiamo finanziato soprattutto i piccoli»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

361

 

PESCARA. Più di 700 soci hanno preso parte all’assemblea della Bcc abruzzese di Cappelle sul Tavo che si è tenuta ieri nel Grand Hotel Adriatico di Montesilvano. Durante l’assemblea, i soci sono stati chiamati a deliberare su un ricco ordine del giorno, tra cui il bilancio sociale e di missione, il bilancio 2015, la riduzione del numero dei consiglieri del Cda da 11 a 9, la nomina di un consigliere che sostituisce un dimissionario e la nomina di un proboviro supplente, oltre che il conferimento dell’incarico di revisore legale su proposta motivata del collegio sindacale. Tutto è stato approvato.

Il bilancio si è chiuso in positivo con 578 mila euro, nonostante costi per interventi a favore del sistema bancario nazionale e del credito cooperativo, e altri oneri straordinari, per un totale di quasi 1 milione di euro. La Bcc Abruzzese ha recuperato il secondo posto fra le Bcc in termini di prestiti e ha ridotto l’afflusso di nuove partite anomale del 24% rispetto al 2014.

E poi i numeri della banca: 3.300 soci, 9 sportelli, 80 dipendenti, quasi 20 mila clienti di cui 4.200 finanziati, questi sono i più importanti risultati in termini di presenza territoriale e risposta alle esigenze del territorio di riferimento.

Il totale dei prestiti erogati si è incrementato del 14,5%, raggiungendo l’importo di 285 mila euro e posizionando la banca al secondo posto fra le Bcc della regione.

In particolare, come ha detto il presidente Michele Borgia: «La scelta di dare poco a tanti e non tanto a pochi, ha portato a finanziare prevalentemente i piccoli operatori economici artigiani, accresciutisi per numero ed importi del 14%, commercianti, professionisti e famiglie, tutte categorie che hanno fatto registrare un importane incremento per percentuale ed importi».

I nuovi affidamenti deliberati nel 2015 sono incrementati del 2,2% rispetto all’anno precedente.

E’ in continua crescita anche il grado di fiducia dei risparmiatori verso la Bcc Abruzzese. Infatti, la raccolta diretta è aumentata di sette milioni, raggiungendo la cifra di 332 milioni di euro,  circostanza in controtendenza rispetto al dato regionale che ha visto i risparmiatori prediligere il risparmio gestito dei fondi comuni di investimento.

Nel 2015 si è concretizzato un obiettivo importante, consistente nella conclusione della realizzazione della nuova sede a Cappelle sul Tavo, circostanza che ha consentito di razionalizzare l’organizzazione logistica e operativa, e di migliorare il contributo che le risorse umane dell’istituto riescono a fornire.

Per quanto attiene ai soci, oltre alle consuete agevolazioni in ambito bancario, con riferimento ai tassi sui prestiti, sui depositi, sull’utilizzo degli strumenti di pagamento, e altro ancora, sono state previste misure di sostegno alle famiglie consistenti in borse di studio per studenti meritevoli, momenti di svago e gite di istruzione e l’iscrizione gratuita per un anno all’Abruzzese Salute, la Mutua della Banca di Credito Cooperativo.

«Ci siamo occupati anche di welfare», ha detto il presidente Borgia, «in un momento in cui si torna a parlare di razionalizzazione delle risorse pubbliche anche in ambito socio-sanitario, portando a regime il funzionamento della Mutua Abruzzese Salute che ormai associa circa mille famiglie e ha convenzionato ben 44 strutture sanitarie ed assistenziali del nostro territorio. Durante le tre campagne di prevenzione organizzate nel 2015 ha consentito la diagnosi precoce di alcune patologie molto gravi e ha poi fornito un sostegno economico ad una serie di iniziative di cui ha beneficiato la comunità locale».

All’assemblea erano presenti, oltre ai componenti del consiglio direttivo, il direttore generale Adriano Giacintucci e il direttore generale della Federazione Bcc Abruzzo e Molise Ermanno Alfonsi.