INERZIA COLPEVOLE

Crollo discarica La Torre: «dopo 10 anni niente è stato fatto»

Cittadini chiedono al sindaco di intervenire

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

165

TERAMO. Dieci anni dal crollo della discarica ma poco o nulla è cambiato. Francesco Di Diomede, presidente del comitato La Torre chiede al sindaco Brucchi di intervenire e fare qualcosa.

Perché la sensazione dei cittadini è che l’amministrazione comunale sia dormiente: «già dal 2009, da quando si è insediata per il primo mandato, era a conoscenza di tutte le gravi criticità che c'erano nella discarica crollata e a distanza di 7 anni, per risolvere definitivamente questi problemi, sono stati fatti pochi lavori ma molte chiacchiere».

Tutto il biogas prodotto dalla discarica, dicono con preoccupazione i residenti, «viene disperso nell'aria che respiriamo poiché l'impianto non funziona da sempre e buona parte dei rifiuti continuano a rimanere scoperti consentendo l'aumento di produzione di percolato e qualche disagio in più a noi cittadini che

viviamo nelle vicinanze».

Dal 2009 (cioè dal primo giorno dell'insediamento di questa amministrazione) ad oggi sono stati spesi 4.000.000 di Euro per lo smaltimento del percolato pagato direttamente da tutti i cittadini teramani e oltre il 50 % di questa somma è stata sborsata per smaltire l'acqua piovana che si è infiltrata tra i rifiuti a causa dei lavori non fatti.

La giunta aveva anche approvato uno studio di fattibilità per la sistemazione definitiva della discarica per un costo complessivo di 3.300.000 Euro molto inferiore alla somma pagata in 7 anni per lo smaltimento del percolato.

«Quanto devono pagare ancora i cittadini Teramani», chiede Di Diomede. Il comitato si rivolge dunque a Brucchi affinchè trovi al più presto questi fondi per la sistemazione definitiva della discarica, «così tutti i cittadini Teramani potranno risparmiare molti soldi e noi che abitiamo nelle vicinanze della discarica dopo tanti anni potremmo stare anche un po' più tranquilli. Lei Sindaco in questi 7 anni, per quanto riguarda la discarica “La Torre”, sarà stato anche un buon politico, ma sicuramente un pessimo amministratore».