TRADIZIONI

L’arte dei pastori incanta i bambini a Civita D’Antino

La mungitura ha mandato in estasi i bambini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

68

CIVITA D’ANTINO. Pastori superstar al piazzale Santa Maria, dove l’evento organizzato dalla Pro-loco per rilanciare un vecchio mestiere ha incantato grandi e piccini.

Nel borgo medioevale, che stregò Kristian Zahrtmann e la folta colonia di artisti scandinavi, l’arte pastorale ha fatto vivere una giornata d’altri tempi culminata nella degustazione di formaggio, ricotta e altri prodotti locali, tutti “fatti a mano”, super apprezzati dai visitatori giunti da tutta la Marsica e oltre.

La giornata all’insegna delle vecchie tradizioni al via con l’apertura del mercatino dei prodotti locali, è entrata nel vivo alle 11 con l’inizio della mungitura, primo atto dell’antichissimo rituale di produzione del formaggio che ha mandato in estasi i bambini.

Al termine dell’affascinante “processo produttivo” dei pastori Enrico Cerroni, Domenico Panella (fifotta), Pietro Di Cesare, Armando Di Cesare, Raffaele Cerroni e Alberto Di Cesare, nel Piazzale Santa Maria, circondato dagli scenari mozzafiato della Valle Roveto, i volontari della Pro-loco hanno dato il là alla degustazione di formaggio e prodotti locali.

La buona affluenza di visitatori, saliti ad “Antinum” nonostante il rischio pioggia, sancisce la riuscita dell’evento e spinge la Pro-loco (Presidente, Tonino Di Cesare, Vicepresidente, Paolo Calzetta, Tesoriere, Katia Colucci, Segretario, Enrica Panella, Consiglieri Raffaele Panella, Barbara Abbondanza, Giovanni Panella, Luciano Stirpe e Federico Panella), a raddoppiare gli sforzi per far riscoprire il vecchio mestiere, ma soprattutto l’antico borgo medievale ricchissimo di storia e cultura.

Archiviato con successo il primo evento, dove è mancata solo la visita guidata a Museo Archeologico, Torre dei Colonna e Cimitero Napoleonico rinviata per il maltempo pomeridiano, i volontari dell’associazione culturale pensano già ai nuovi appuntamenti dell’estate 2016: la festa della trebbiatura, il palio dei rioni e inquadrando paesaggi.