PREVISIONI IN TEMPO REALE

Nuova allerta meteo, neve sull’Abruzzo e pioggia ininterrotta da un giorno: pericolo fiumi

La viabilità in tempo reale su tutta la regione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6474

ABRUZZO. Non si ferma la pioggia che sta cadendo su diverse zone della regine ininterrottamente da circa 24 ore mentre all’interno la neve raggiunge anche i 30 centimetri. Le temperature si attestano in media intorno ai 7-10 gradi. La viabilità per ora è regolare sulla maggior parte della rete stradale anche se iniziano le difficoltà e le situazione che impongono attenzione e interventi.

 Intanto il Centro Funzionale d'Abruzzo ha emanato un avviso di criticità regionale per oggi e dopodomani (27 e 28 novembre) con previsione di codice arancione (criticità moderata) su tutta la regione.

RISCHIO IDROGEOLOGICO

In particolare, è stato previsto codice arancione per rischio idrogeologico localizzato sulle zone di allerta Abru-B (Bacino dell'Aterno), Abru-D1 (Bacino alto del Sangro), Abru-E (Marsica) per possibilità di innesco di dissesti quali fenomeni franosi, di instabilità dei versanti e cadute massi; previsto, invece, codice arancione per rischio idraulico diffuso sulle zone di allerta Abru-A (Bacino Tordino-Vomano), Abru-C (Bacino del Pescara), Abru-D2 (Bacino basso del Sangro) per la possibilità di fenomeni di esondazione dovuti all'innalzamento del livello idrometrico dei corsi d'acqua principali e del reticolo idrografico minore.

 PIOGGE E TEMPORALI

Le precipitazioni saranno da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati deboli o localmente moderati. La quota neve prevista al di sopra dei 500-700 con apporti al suolo moderati fino ad abbondanti. Il Centro Funzionale d'Abruzzo monitorerà l'evoluzione dei fenomeni attraverso la rete regionale in telemisura. La Protezione Civile regionale ha raccomandato agli enti competenti di predisporre e attuare tutte le misure previste dai piani comunali di emergenza e di vigilare il territorio con particolare riferimento alla corretta tenuta dei reticoli idrografici e del funzionamento dei sistemi di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche, invitando i Sindaci dei Comuni della regione a prestare particolare attenzione nelle zone in cui sono presenti movimenti franosi in atto.

E’ stata reiterata la raccomandazione ai Sindaci, in particolare delle zone dove sono previste nevicate, di verificare la disponibilità del personale a disposizione delle Amministrazioni stesse, l'efficienza di materiali e mezzi, di contattare preventivamente le eventuali ditte convenzionate per lo sgombero neve e di mettere in atto ogni altra misura necessaria a garantire la salvaguardia della popolazione e la riduzione di possibili disagi.

 Sulle autostrade abruzzesi si viaggia con qualche difficoltà nella zona di Assergi e Colledara e nella Valle del Salto dove la neve è caduta copiosa.

LE PREVISIONI

Secondo AbruzzoMeteo.org  il maltempo continuerà ad interessare anche la nostra Regione con piogge diffuse soprattutto sul settore centro-orientale e lungo la fascia costiera, forti venti di bora,
mareggiate e nevicate che, in nottata, hanno raggiunto le zone alto collinari, intorno ai 500-600 metri. Un graduale miglioramento è previsto a partire dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio, a partire dalle regioni centrali, in estensione verso le restanti zone entro la giornata di sabato.

Sull’Abruzzo si prevedono condizioni iniziali di tempo perturbato con precipitazioni diffuse, intense e persistenti sul settore centro-orientale, nevose al disopra dei 500-700 metri, copiose
al disopra dei 700-900 metri. Forti raffiche di vento (bora) sul settore centro-orientale con mareggiate ma la tendenza è verso un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche a partire dalla tarda mattinata e nel corso del pomeriggio. Ulteriore miglioramento nel fine settimana.
Temperature: Stazionarie o in ulteriore lieve diminuzione, specie nei
valori massimi.
Venti: Moderati o forti dai quadranti settentrionali.
Mare: Agitato o molto agitato con mareggiate, attenzione.

LA SITUAZIONE IN TEMPO REALE

ORE 9. ALLARME ALENTO E PESCARA. Il fiume Alento è ormai da qualche ora sopra il livello di guardia. Così come molti altri fiumi che iniziano a straripare nei punti in cui gli argini sono più bassi. Anche il Pescara inizia a preoccupare. Il Comune di Pescara ha chiuso le golene nord per precauzione ed è vietato parcheggiare. In quella zona però c’è un cantiere fermo da settimane con macchinari e cumuli di detriti e terra che potrebbero costituire un ulteriore problema in caso di esondazione.   

ORE 9.20. AUMENTANO LE SEGNALAZIONI DI NEVE. Neve in abbondanza anche 40 centimetri registrati nelle zone più interne. La coltre bianca ha però invaso anche zone al di sotto degli 800 metri dove si registrano almeno 10 cm.

ORE 10. BLOCCO MEZZI PESANTI SU A24. Blocco temporaneo dei mezzi pesanti in direzione L'Aquila-Roma sull'A24. La polizia stradale di Teramo ha vietato il transito ai tir alla barriera di Basciano (Teramo) in entrata in autostrada. Sono in azione mezzi spazzaneve e sono a lavoro concluso sara' riaperto il transito. Controlli serrati anche alle vetture per verificare la dotazione di catene da neve o gomme termiche.

ORE 10.30. PROBLEMI ALLA VIABILITA’ TRA ALLAGAMENTI E MEZZI DI TRAVERSO. Sulla statale 81 Piceno Aprutina, nei pressi di Guardiagrele, Anas segnala traffico rallentato a causa di una frana in direzione sud (Casoli) al km 176000.

Sulla statale 16, invece, a nord di San Salvo Marina (km 522400), traffico rallentato su entrambe le carreggiate per allagamenti.

Sulla statale 17, nei pressi di Roccaraso, traffico rallentato per mezzi pesanti di traversi su entrambe le direzioni (km 140400). Il transito è interdetto ai mezzi pesanti.

ORE.10.40. LE NUBI SI DIRADANO. Sta spuntando il sole in alcune zone a partire dal versante occidentale della nostra regione. Le piogge si stanno attenuando ma rimane alta l'attenzione sui fiumi.

ORE 10.50. FIUMI E ALLARME. Le situazioni più critiche segnalate riguardano il fiume Pescara con un livello di preallerta mentre siamo già in fase di allarme per i fiumi Alento, Foro, Osento. Si segnalano per ora lievi straripamenti che non destano ad ora particolari preoccupazioni. La viabilità cittadina sulla costa abruzzese è rallentata dall’allagamento di alcuni sottopassi (per ora pochi).

ORE 10.55 PIENA FIUME TRESTE E FONDO VALLE TRIGNO CHIUSA. La piena del fiume ‘Treste’, sta interessando il piano viabile. Anas comunica che, a causa della piena del fiume ‘Treste’ la statale 650 “di Fondo Valle Trigno”, erodendo la scarpata a valle, si è reso necessario provvisoriamente chiudere il tratto in corrispondenza del km 69,900, nel territorio comunale di Lentella, in provincia di Chieti. Il traffico in direzione sud viene deviato allo svincolo di Fresa Grandinaria al km 64,000, mentre quello in direzione nord allo svincolo di San Salvo al km 73,700. Sul posto è presente personale di Anas.

ORE 11.02. TRENI FERMI. Circolazione sospesa dalle 8.30 sulla linea Avezzano - Sulmona per la caduta di rami sulla sede ferroviaria, fra Goriano e Collarmele, causata dal maltempo che sta interessando la zona.  Per garantire la mobilità sono stati attivati da Trenitalia servizi sostitutivi con autobus fra Avezzano e Sulmona. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono sul posto per rimuovere gli ostacoli e ripristinare le normali condizioni di circolazione.

ORE 11.20. CROLLO PARZIALE VIADOTTO A CUPELLO. In seguito alla chiusura della Trignina si è appreso del crollo parziale di un viadotto sul fiume Treste in territorio del comune di Cupello. Non ci sono state conseguenze per gli automobilistri perché la strada era stata chiusa alcuniminuti prima. Secondo la Polizia stradale il traffico al momento è sotto controllo con i mezzi pesanti costretti a invertire la marcia all'altezza degli svincoli di San Salvo – Montenero.

ORE 11.30. MOLTE ZONE SENZA CORRENTE ELETTRICA. Si registrano diverse segnalazioni di black out in seguito alla neve caduta copiosa nelle zone interne con i relativi disagi causati dalla mancanza di riscaldamento. In più la viabilità è difficoltosa ed ostacola le operazioni di ripristino dell’energia elettrica.

Un appello per esempio arriva da Valle Castellana dove «da moltissime ore» le frazioni sono isolate per  l'accumulo nevoso che raggiunge i 35 cm a 700 mt di quota e mezzo metro sopra i 1000 mt. «Solo un mezzo spazzaneve per oltre 100 km di strade, non si è mai vista tutta questa disorganizzazione. Chiediamo alla provincia di Teramo di provvedere».

Disagi simili si registrano in molte zone della Provincia di Teramo.

 ORE 12.10 ALLAGAMENTI A MONTESILVANO. Parte della riviera è stata chiusa al traffico per favorire i lavori delle idrovore nelle vie perpendicolari allagate e per liberare gli scantinati ed i garage.  Problema noto e consueto. I vigili del fuoco sono al lavoro in tutta la provincia mente a Pescara non si segnalano particolari criticità.

ORE13. PROBLEMI A VASTO. Dal Comune di Vasto fanno sapere che le preoccupazioni maggiori sono per le aree del Porto di Vasto e della spiaggia di Vasto Marina, interessate entrambe da una fortissima mareggiata ancora in corso, così come destano preoccupazione il fiume Sinello, il torrente Lebba e il Buonanotte, tutti monitorati in tempo reale. È stata eseguita una ricognizione su tutti gli edifici pubblici, comprese le scuole, dove l’abbondanza d’acqua ha prodotto alcune infiltrazioni che tuttavia non destano particolare preoccupazione.

Alle 12 erano dieci le idrovore della Protezione Civile Comunale che operano sul territorio cittadino a servizio della comunità.

ORE 13.30. INTERROTTA ANCHE FERROVIA ADRIATICA.  Interrotta la circolazione ferroviaria tra Pescara e Termoli (Campobasso) dalle 10:30, su entrambi i binari, a seguito dell'esondazione del fiume Osento, che sfocia in un'area fra Torino di Sangro e Casalbordino (Chieti). Trenitalia sta valutando l'ipotesi di istituire bus sostitutivi. Al momento si prevede di ripristinare la linea fra le ore 13 e le 14, ma dipende molto dalle condizioni meteo. 

ORE 13.40. VASTO. 15MILA UTENZE SENZA ENERGIA ELETTRICA. In alcuni comuni manca l'energia elettrica, disagi sono segnalati in particolare a Scerni, Carunchio, Fresagrandinaria, Montazzoli, nonché in alcune zone di Vasto e San Salvo. I tecnici dell'Enel sono al lavoro per ripristinare i conduttori danneggiati. Abbondante nevicata su tutto l'Alto Vastese nella notte, in alcuni punti il manto nevoso ha superato il metro. Interrotti i collegamenti tra Castiglione Messer Marino e Montazzoli. Personale della Provincia di Chieti al lavoro per ripristinare la viabilità. Il fiume Sinello è esondato e la strada provinciale che procede in linea parallela è stata provvisoriamente chiusa al traffico. A Vasto in via Madonna dell'Asilo il muro di sostegno di una recinzione è crollato danneggiando un'auto e una moto in sosta. A San Salvo inagibile il Centro culturale "Aldo Moro" a causa del fango che si è riversato all'ingresso della struttura.

ORE. 14.10. A CHIETI FRANA DANNEGGIA ACQUEDOTTO.  Uno smottamento provocato dalla pioggia ha danneggiato una tubatura dell'acqua rendendo necessaria la chiusura del serbatoio di via Colonnetta con conseguente interruzione dell'erogazione idrica che interesserà 18 vie della parte bassa di Chieti. Lo rende noto l'assessore comunale ai lavori pubblici, Raffaele Di Felice. A causa dell'interruzione dell'energia elettrica che alimenta il serbatoio della Civitella, nella parte alta della città, potranno inoltre verificarsi problemi di erogazione idrica in via Arenazze. A Chieti il maltempo ha determinato la chiusura di via Fieramosca, nella zona del cimitero, mentre lungo alcune strade di accesso si sono riversati acqua e fango, ma non si segnalano particolari difficoltà nella circolazione stradale.

 15.22 ALLAGATO IL CANILE DI PESCARA.  Allagamenti si registrano anche nel canile del capoluogo adriatico, ma nessun problema per i circa 50 cani presenti, spostati nei box non interessati dalle criticità. A Pescara, in via Spaventa, le idrovore sono al lavoro per liberare la strada allagata. Chiusa al traffico, sempre perché allagata, anche via Salara Vecchia; stessi provvedimenti hanno interessato altre strade. Sembra sotto controllo, al momento, il livello del fiume, tanto che il Comune ha disposto la riapertura delle golene. Disagi, a causa di un blackout, in una scuola di Borgo Marino e infiltrazioni d'acqua in alcuni istituti scolastici del capoluogo adriatico. In via Luca da Penne, gli operatori di Attiva hanno liberato un tombino che ha procurato l'allagamento dell'ingresso di una palazzina abitata da persone anziane. Sul posto è arrivato anche il sindaco, che da questa mattina è in giro per la città per monitorare la situazione. Disagi anche in piazza Grue. Allagato anche il piazzale antistante il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

15.30 ALLAGAMENTI ANCHE A MONTESILVANO. A Montesilvano le criticità maggiori si registrano in via Lugano, dove l'acqua ha completamente invaso la strada e le abitazioni al piano terra. Al lavoro la Protezione civile e i Vigili del fuoco del locale distaccamento.

 16.01 CHIUSA STATALE 650. Resta provvisoriamente chiusa la strada statale 650 “di Fondo Valle Trigno”, nel territorio comunale di Lentella, in provincia di Chieti, a causa della piena del fiume Treste che ha eroso parte della terra di rilevato (scarpata) in prossimità del ponte. I tecnici Anas e il Capo Compartimento per l’Abruzzo hanno già eseguito i primi sopralluoghi sul posto. Non appena il livello del fiume sarà rientrato nella normalità sarà possibile eseguire ulteriori rilevi al fine di avviare immediatamente gli interventi di ripristino.

ORE 16.10 FRANA AD ORSOGNA. Una frana ad Orsogna sotto le abitazioni di via Trento e Trieste sta causando danni di lieve entità in alcuni dei locali a piano terra. Il sindaco, Fabrizio Montepara, ha chiesto l'intervento dei Vigili del fuoco, i quali hanno messo in sicurezza l'area. Hanno inoltre creato nel terreno percorsi alternativi per l'abbondante acqua proveniente dai canali di scolo delle abitazioni, evitando che continuasse a scaricarsi sulla frana. La situazione è tenuta sotto controllo.

 ORE 17.10 EMERGENZA FIUME PESCARA. Il Comune di Pescara attiva il Coc (Centro operativo comunale) per far fronte all'emergenza maltempo, dopo che il Centro funzionale d'Abruzzo della Protezione civile ha elevato da 'arancione' a 'rosso' il codice di criticità per rischio idraulico diffuso, con il fiume Pescara che fa registrare «il superamento della soglia di allarme ed una graduale crescita».  Restano chiuse le golene. «Si ritiene indispensabile - dice il vicesindaco Enzo Del Vecchio - attivare il Coc a mezzo ordinanza, che innesca tutte le funzioni direttamente interessate per il controllo del territorio sotto l'aspetto idrogeologico, nonché sotto quella della viabilità e provvedimenti relativi. Le aree golenali risultano interdette».

 ORE 17.23 CHIETI, STADIO ANGELINI INAGIBILE ANCHE DOMENICA. La pioggia ha reso inagibile lo stadio Angelini di Chieti e per questo il sindaco Umberto Di Primio ne ha disposto la chiusura con propria ordinanza. L'impianto resterà chiuso da oggi fino a quando non verranno ripristinate le condizioni di sicurezza. La pioggia ha allagato il terreno di gioco, rendendolo inagibile, e il tunnel che conduce le squadre dagli spogliatoi al campo. Il maltempo ha inoltre determinato un black out elettrico. Sempre oggi, ricevuta comunicazione dal Centro funzionale d'Abruzzo del superamento di livello di preallarme del fiume Pescara, Di Primio ha firmato il decreto che attiva il Centro operativo comunale ed ha nominato i responsabili coordinatori delle funzioni di supporto.

 ORE 17.40. CRICOLAZIONE TRENI SU ADRIATICA.  Il binario della ferrovia adriatica in direzione Sud e' stato riattivato da Trenitalia nel tratto Pescara-Termoli, anche se sulla linea si procede a velocita' moderata e alcuni treni sono stati sostituiti con dei bus. Lo comunica Trenitalia. I tecnici di Rfi e personale della Protezione Civile stanno lavorando per ripristinare la circolazione ferroviaria anche sul secondo binario, quello in direzione Nord. Entrambi i binari sono stati invasi stamattina dalla piena del fiume Osento, straripato nei pressi della foce tra i comuni di Torino di Sangro e Casalbordino.

 

***VIABILITA' IN TEMPO REALE SU A24 E A25

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE AUTOSTRADE

*** VIABILITA' IN TEMPO REALE SULLE STRADE

*** LA SITUAZIONE SULLE STRADE ANAS


Lago di Campotosto - www.pescarameteo.net

CAMPO IMPERATORE -GRAN SASSO

Pescara porto turistico - www.pescarameteo.net 

FRANCAVILLA AL MARE
Monte Pallano - www.pescarameteo.net 

 Torrevecchia Teatina - www.meteotorre.it
Passo Lanciano -  www.majellettawe.it
               Passo Godi (Aq) -  www.caputfrigoris.it

Pescocostanzo - www.impiantivallefura.it

ALFEDENA - www.comune.alfedena.aq.it

CAMPO DI GIOVE - www.wildlifemajella.com

PESCARA PARCO SABUCCHI - www.ldgmeteo.it

CAPESTRANO - www.comunedicapestrano.it

CAPPADOCIA - www.cappadociaweb.it

PESCASSEROLI -www.pescasserolionline.it

PESCOCOSTANZO - www.pesconline.it
RIVISONDOLI - www.comune.rivisondoli.aq.it
  Capestrano - www.comunedicapestrano.it


ROSETO -www.camping.it

Torrevecchia Teatina - www.torrevecchiameteo.it

 Pizzalto - www.pizzalto.com

OVINDOLI -www.ovindolimagnola.it
 
PESCARA - www.pescarameteo.net

PESCARA - www.ldgmeteo.it

PINETO

CHIETI -  www.meteotorre.it

MAIELLETTA - www.majellettawe.it