BRASILE 2014

Mondiali 2014. Prandelli incassa la sconfitta e cerca soluzioni: "cambi utili"

Con l'Uruguay serve un pari altrimenti azzurri subito a casa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3344




BRASILE. Deluso, ma con le idee chiare. Cesare Prandelli incassa la sconfitta con la Costa Rica cercando subito le soluzioni per risorgere martedì 24 a Natal con l'Uruguay. "Abbiamo giocato a ritmi troppo bassi-attacca in sala conferenze il Ct-partita nata male e che ci ha visto entrare in campo con un approccio sbagliato. Ora abbiamo un strenuo bisogno di recuperare le energie fisiche e mentali per il match con l'Uruguay. Sono convinto che abbiamo un'opportunità che ci giocheremo molto meglio. Niente panico, abbiamo la possibilità di qualificarci per gli ottavi di finale".
Prandelli analizza lucidamente cosa non ha funzionato oggi a Recife: "Abbiamo avuto una bella occasione nel primo tempo con Balotelli, ma con i se e con i ma non si va avanti. Dopo il loro gol non abbiamo più tirato in porta. Dalle tre sostituzioni confesso che mi aspettavo più qualità, dovevamo cercare di più Mario sulla profondità. Dobbiamo poi essere più veloci nel recuperare il pallone e per questo bisogna lavorare in 10, nessuno escluso. Abbiamo pochi problemi, ma chiari."
Il Ct elogia infine l'avversario odierno: "La Costa Rica non è una sorpresa, è squadra organizzata con belle indivdualità e lo avevo detto ai giornalisti italiani tempo fa. Faceva caldo, ma non deve essere una scusante, dobbiamo gestire meglio le partite. Loro erano più reattivi, come lo sono tutte le sudamericane rispetto alle europee, ma se sei meno veloce, devi essere più ordinato in campo per supplire a meno esplosività”.