BRASILE 2014

Mondiali 2014. Marchisio-Balotelli. L'Italia non stecca la prima e stende 2-1 l'Inghilterra

Verratti in campo un'ora. Ultimi 20 minuti per Immobile. Prandelli: “bene così”

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6694

BRASILE. A Manaus, all’esordio mondiale in Brasile, l’Italia non stecca la prima e vince 2-1 contro l’Inghilterra, raggiungendo così la Costa Rica a quota tre punti nel Gruppo D. Gli Azzurri partono con Balotelli unica punta e un centrocampo folto ma di qualità, con De Rossi, Pirlo, Verratti, Marchisio e Candreva. Hodgson si affida invece al tridente formato da Rooney, Sturridge e Welbeck. Dopo un inizio equilibrato, con gli inglesi che ci provano dalla distanza con Sterling e Henderson, è l’Italia a passare sugli sviluppi di un calcio d’angolo, grazie a un gran tiro da fuori area di Marchisio, che sfrutta un velo di Pirlo e trafigge Hart. Dopo due minuti, però, arriva immediato il pari di Sturridge, bravo a sfruttare un cross di Rooney. Nel finale di tempo, Azzurri vicini al nuovo vantaggio prima con Balotelli (salvataggio sulla linea di Jagielka), poi con Candreva, che colpisce il palo. Sono proprio loro due a costruire il 2-1 a inizio ripresa: il centrocampista della Lazio sguscia a destra, rientra sul sinistro e crossa sul secondo palo, dove Balotelli di testa non lascia scampo all’ex compagno Hart. L’Inghilterra cerca il pareggio soprattutto con i tiri da fuori area, ma Sirigu si rivela impeccabile in più di un’occasione. Anzi, sono i ragazzi di Prandelli ad andare vicini al raddoppio nei minuti di recupero, con una magistrale punizione di Pirlo che si stampa sulla traversa.
Il ct Cesare Prandelli, ai microfoni di Rai Sport, è apparso soddisfatto della prova dei suoi ragazzi all’esordio mondiale: ”Abbiamo giocato bene, è stata una vittoria sofferta ma abbiamo mantenuto la supremazia in mezzo al campo. Abbiamo lavorato bene a Coverciano e si è visto, loro a metà secondo tempo avevano i crampi, questo vuol dire che il nostro lavoro ha pagato”. L’allenatore azzurro ha posto quindi l’accento sul gran caldo che ha condizionato la gara: ”E’ una follia non fare i time out. Dovevamo abbassare il ritmo per riprendere fiato, era impossibile mantenere questa intensità”. Infine ha analizzato la prova di Balotelli, autore del gol decisivo, e di Sirigu, che ha sostituito bene il capitano Gigi Buffon: ”Ci sarà da soffrire in tutte le partite. Balotelli protagonista? Ha dato tutto quello che aveva. Abbiamo dato tutti il massimo e tutti dovranno essere protagonisti. Salvatore Sirigu ha fatto una grande partita, Gigi sarà pronto per la prossima”.

SORPRESA GRUPPO D: URUGUAY AL TAPPETO 3-1 CONTRO LA COSTA RICA
Sorpresa nel Gruppo D dell’Italia. La Costa Rica batte infatti i campioni del Sudamerica dell’Uruguay con il risultato di 3-1. Dopo aver chiuso in svantaggio il primo tempo per un gol su rigore dell’ex Palermo e Napoli Edinson Cavani, Los Ticos ribaltano il risultato nella ripresa. In appena tre minuti, fra 54′ e 57′, prima la stella annunciata Joel Campbell, poi Duarte di testa portano i centroamericani sul 2-1. Nel finale, ancora Campbell imbecca il neoentrato Urena, che batte Muslera e fissa il risultato sul 3-1. Nel finale l’Uruguay chiude in dieci per l’espulsione dell’esterno del Benfica Maxi Pereira.

TABELLINO
INGHILTERRA (4-2-3-1): Hart; Johnson, Cahill, Jagielka, Baines; Henderson (73' Wilshere), Gerrard; Sterling, Rooney, Welbeck (69' Barkley); Sturridge (79' Lallana). A disposizione: Foster, Forster, Shaw, Jones, Lampard, Milner, Smalling, Lambert. Ct. Hodgson.
ITALIA (4-1-4-1): Sirigu; Darmian, Barzagli, Paletta, Chiellini; De Rossi; Candreva (79' Parolo), Verratti (57' Motta), Pirlo, Marchisio; Balotelli (73' Immobile). A disposizione: Perin, Bonucci, Abate, Aquilani, Cassano, Cerci, Insigne. Ct. Prandelli.
ARBITRO: Kuipers (OLA)

MARCATORI: 37' Sturridge (In), 35' Marchisio, 50' Balotelli (I)
AMMONITO: Sterling (I)