TECNOLOGIA

Abruzzo. Selex, dopo gli Usa è Chieti la capitale della sicurezza informatica

Installato Supercalcolatore tra i più potenti del mondo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

13227


 
CHIETI. E’ stato definito «centro di eccellenza» e «centrale di controllo del crimine informatico più importante del mondo dopo quello degli Usa». Il supercomputer che monitora il Web è a Chieti Scalo nella sede della Selex Es.
E stamane c’era tutto il gotha di Finmeccanica  e di Selex ES (partecipata) alla inaugurazione del nuovo centro di eccellenza per la Cyber Security, alla presenza di un nugolo di autorità, del ministro dell'Interno Angelino Alfano e di uno spiegamento di forze di polizia raro.
 Il sito abruzzese conta circa 160 dipendenti altamente specializzati. Le principali tecnologie sviluppate riguardano la Cyber Security Intelligence & Information Assurance, le comunicazioni militari e professionali, gli apparati avionici di comunicazione e identificazione.
Il centro ha molteplici funzioni tra le quelli quello di monitorare la rete e prevenire eventuali attacchi terroristici o cybernetici. Inoltre da Chieti è possibile intervenire in remoto nei computer governativi specie per manutenzioni o riparazioni (persino a risolvere problemi al pc di quell’ambasciatore dall’altro capo del mondo).  
All’inaugurazione hanno partecipato il ministro dell’Interno Angelino Alfano, il presidente di Finmeccanica, Gianni De Gennaro, il neo governatore della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, e il prefetto di Chieti, Rocco Fulvio De Marinis e molti altri.
«Sappiamo bene i rischi che un luogo di grande cultura e democrazia come la rete e internet possono provocare dal punto di vista delle infiltrazioni criminali - ha sottolineato Alfano - avere la sicurezza delle infrastrutture critiche anche dal punto di vista della sicurezza cibernetica e' un punto di forza per il nostro Paese».
 «E' un centro di eccellenza italiana, europea e direi anche mondiale», ha sottolineato l'ad di Selex Es, Fabrizio Giulianini spiegando il ruolo della nuova realtà teatina. «Si tratta di un contratto che abbiamo firmato nel 2012 e abbiamo festeggiato a fine maggio l'accettazione del sistema con piena soddisfazione della Nato e dei 28 paesi aderenti alla Nato».
«In Abruzzo noi abbiamo una presenza storica - ha sottolineato Giulianini - a L'Aquila, qui a Chieti e un piccolo sito dove sviluppiamo un'altissima tecnologia unica in Italia a Carsoli: abbiamo una presenza storica e altamente qualificata dal punto di vista tecnologico e ingegneristico che intendiamo sviluppare ulteriormente».
 
I CRIMINI INFORMATICI
 I dati dei crimini informatici sono impressionanti: secondo quanto riferito dagli esperti del centro Selex di Chieti Scalo, i clienti di Selex Es subiscono 400 attacchi informatici al giorno. Nel mondo i danni stimati per le imprese da questi attacchi sono pari a 300 miliardi di dollari. Sotto attacco, sempre secondo gli esperti, il cento per cento delle aziende nel mondo.
Il centro per la Cyber Security di Chieti è costituito dal Security Operation Center e dall'Open Source Intelligence Center in cui è  installato il Supercalcolatore (High Performance Computer).
Attraverso queste infrastrutture Finmeccanica - Selex ES eroga rispettivamente servizi di sicurezza e di Cyber Intelligence per la protezione da attacchi informatici.
Il Security Operation Center «assicura capacità di situational awareness», è stato spiegato questa mattina,  «identificando attività malevole di tipo cyber, analizzandole in maniera dinamica, correlandole con altri eventi e valutando il rischio associato».
Le attività di prevenzione e difesa da pericoli informatici sono basate su allarmi generati dal Soc relativi a scenari di attacco o alla individuazione di nuove vulnerabilità informatiche.
Oltre a questo il centro garantisce il ripristino dell'integrità e della disponibilità delle informazioni e dei sistemi attaccati.

 IL SUPERCALCOLATORE PIU’ POTENTE DEL MONDO
  Il Supercalcolatore da 400 TFlops di Finmeccanica - Selex ES è al trentesimo posto nella lista "Top500" dei 500 supercomputer più potenti del pianeta e si colloca nella seconda posizione della classifica mondiale "Green500" che valuta le infrastrutture di supercalcolo per il loro tasso di efficienza energetica.
 A Finmeccanica - Selex ES fa capo il maggiore progetto di Cyber Security mai aggiudicato fuori dai confini degli Stati Uniti: la rete di protezione cyber della Nato. Infatti, a febbraio 2012, l'azienda ha firmato un contratto per lo sviluppo, la realizzazione e il supporto della Nato Computer Incident Response Capability - Full Operating Capability (Ncirc-Foc).
Questa capacità garantirà la sicurezza delle informazioni a circa 50 siti e sedi dell'Alleanza Atlantica in 28 Paesi in tutto il mondo, per un totale di oltre 20.000 utenti.