SPETTACOLO

L’Aquila si riaccende con i Cantieri dell’Immaginario

Dall’8 luglio al 13 agosto, 26 spettacoli e 102 giorni di laboratorio nel centro storico

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8901





L’AQUILA. Al via la seconda edizione de i Cantieri dell’Immaginario, il ricco cartellone di eventi, coordinato dal Comune dell’Aquila con la partecipazione delle istituzioni culturali aquilane.
Anche quest’anno la kermesse si avvale dell’impegno diretto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della collaborazione della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo.
Dall’8 luglio al 13 agosto si riaccenderanno i riflettori nel centro storico aquilano, con spettacoli, eventi e laboratori teatrali, che avranno come palcoscenico luoghi simbolici e significativi della zona rossa e non solo.
Ancora una volta, le piazze della città storica, luoghi di incontro e di socializzazione prima del sisma, si animeranno di artisti e pubblico per dimostrare che attraverso l’arte e la cultura è possibile ricostruire, ripartire. Obiettivo de i Cantieri dell'Immaginario è dunque quello di valorizzare il centro cittadino, rivestendolo nuovamente della funzione sociale e aggregante che gli è propria. La kermesse, e il progetto da cui prende le mosse, intendono così essere motore di promozione, memoria e conoscenza, a partire da una ricostruzione e rinascita culturale.
Ventisei gli spettacoli in programma, con la partecipazione di importanti artisti, di fama nazionale ed internazionale, a cui si aggiungono i centodue giorni di laboratori teatrali, musicali e di danza che si svolgeranno nell’arco di un mese e mezzo.


Oltre alle storiche piazze, che già sono state scenario l’anno passato (Piazza San Silvestro, Piazza del Teatro, Piazza Angioina, Piazza San Domenico, Piazza San Pietro e Piazza Santa Margherita detta dei Gesuiti) quest’anno gli eventi si svolgeranno anche nel piazzale antistante il nuovo Auditorium del Parco, nel Palazzetto dei Nobili e nel cortile del Forte Spagnolo, riaperto esclusivamente e solo per l’occasione.
«La carta vincente di questo progetto è il respiro corale che lo contraddistingue- dichiara la senatrice Stefania Pezzopane- Le istituzioni aquilane si sono messe in rete per proporre un cartellone estivo di grande spessore. Il successo avuto l’anno scorso ci porta a replicare questa iniziativa, che sarà ancora più coinvolgente e con la quale intendiamo riportare le persone in centro, attraverso una proposta culturale. È questa la vera anima di una città che si candida a diventare capitale europea della cultura nel 2019».
«Il percorso progettuale de i Cantieri dell’Immaginario – dichiara Antonio Massena – si fonda sulla natura multidisciplinare delle arti contemporanee, sulla centralità dell’incontro tra artisti e collettività, sulla vocazione al radicamento territoriale, sulla ricerca espressiva e sul metodo del laboratorio. L’obiettivo del progetto è perciò quello di sostenere la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Aquila e della interazione fra beni e attività culturali, soprattutto in funzione della rinascita di un nuovo modo di produrre spettacolo che sia in grado di coinvolgere e rendere partecipi tutti i cittadini aquilani con un occhio di riguardo verso le giovani generazioni».

I NUMERI DEI CANTIERI DELL’IMMAGINARIO
9 gli Enti organizzatori
26 gli spettacoli proposti in cartellone
102 giorni di laboratorio di teatro, danza e musica
2 i luoghi della storia
6 le piazze
2 i luoghi dello spettacolo
280 e oltre gli artisti impegnati nel progetto singolarmente, in gruppo, in orchestra, in ensemble e gli allievi dei laboratori e del Conservatorio.