SPORT

Campionati universitari di Cassino, 12 medaglie per il Cus Chieti

Gli atleti della d’Annunzio terzi in Italia dopo Torino e Milano

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9573




CHIETI. Passerella per gli atleti medagliati del Cus Chieti, tornati dai campionati universitari di Cassino con 6 medaglie d’oro (Pugilato maschile e femminile, Lotta greco romana, Judo, Marcia e Volley), tre d’argento (Lotta libera, Judo, Taekwondo) e tre di bronzo (Judo, Taekwondo e Karate).
Ieri tutti gli atleti premiati sono stati presentati al rettore della d’Annunzio, durante una manifestazione in cui è stato tracciato il bilancio estremamente positivo del Cus Chieti che a Cassino si è posizionato al terzo posto dopo i Cus di Torino e Milano, che rappresentano però università molto più grandi.
«E’ un successo non casuale – ha commentato il presidente Mario Di Marco – frutto di una programmazione e di una tradizione che meritava anche più medaglie se non ci fossero stati alcuni scippi in discipline dove sulla carta eravamo i favoriti. La soddisfazione è comunque di vedere che la nostra delegazione era composta di 110 atleti, su un totale di 2000 partecipanti di 50 Cus nazionali, il che significa che alla d’Annunzio lo sport tira, anche per merito del rettore Carmine Di Ilio che per 15 anni è stato presidente del Comitato per lo sport».
Merito e ringraziamento sono andati pure a tutta la struttura organizzativa del Cus che con molti sacrifici assicura il gioco di squadra necessario per vincere. Poi la proposta: «organizzare i campionati universitari del 2018 per festeggiare degnamente i 50 anni del Cus Chieti». 


Proposta subito accolta dal rettore (al quale poi è stata consegnata una targa con una medaglia di quelle conquistate nelle gare) e che nel suo breve saluto ha ringraziato gli atleti e si è impegnato a avanzare questa candidatura di Chieti per il 2018. Complimenti anche dagli assessori allo sport Carlo Masci per la regione e Marco Russo per il comune di Chieti. Infine la presentazione degli atleti da parte di Stefano D’Alessadro che ha fatto gli onori di casa della manifestazione e che ha sollecitato gli atleti a ripercorrere i momenti più emozionanti delle gare. Come hanno fatto Emidio Ciabattoni, che ha vinto due medaglie ed ha spiegato che la differenza tra lotta greco romana e lotta libera è nell’uso delle gambe per il combattimento, poi Riccardo Macchia, marcia, che ha doppiato gli avversari, quindi Vito Leone che si è ferito durante un incontro e via via gli altri, con il capitano del Volley che ha presentato uno ad uno i suoi compagni di squadra e l’allenatore Di Pietro, “ex studente di geologia”. Maggiore curiosità infine per i due pugili, entrambi medaglie d’oro. Alessia D’Addario, che studia architettura ed è di origini teramane pur abitando a Castellana di Pianella: ha vinto nei pesi massimi, battendo la campionessa in carica Federica Monacelli di Milano: «io ero più leggera di peso, quindi dovevo colpire e fuggire, “pizzicare e scappare”. Così ho vinto». La tua caratteristica migliore? «La botta, il pugno che fa male». Sulla velocità e sulla tecnica ha puntato invece Daniele Nucci, peso piuma, 56 kg che ha battuto Riccardo D’Andrea, uomo di punta della nazionale e che ha favorevolmente impressionato l’ex campione di pugilato Francesco Damiani, ora tecnico della nazionale. Ieri Nucci era accompagnato dal suo maestro Danilo Diodato che è stato l’ultimo pugile professionista di Chieti.
«E’ stato un match equilibrato – ha raccontato la giovanissima medaglia d’oro – ed ho vinto perché sono stato sempre in attacco per tutte e tre le riprese». Le tue caratteristiche? «Aggressività a media e corta distanza». Insomma due atleti che rappresentano bene un Cus che “mena” e vince, anche se hanno facce da bravi ragazzi. Come quelle di tutti gli altri atleti che al termine della manifestazione - incuranti delle diete e delle tabelle nutrizionali - hanno “massacrato” il buffet.
Sebastiano Calella

Ecco i nomi delle medaglie Cus Chieti

Oro:
Nucci Daniele, Pugilato 54 kg
D’Addario Alessia, Pugilato +71 kg
Ciabattoni Emidio, Lotta greco romana +90 kg
Meucci Chiara, Judo 78kg
Macchia Riccardo, Marcia 5 km
Volley maschile: Bosica, Buzzelli, Feroleto, Maggio, Matricardi, Nitti, Pagano, Scarponi, Simoni, Troiano, Palumbo, Piazza, all. Di Pietro

Argento:
Ciabattoni Emidio, Lotta libera +80kg
Simone Rosanna, Judo 70kg
Mariano Roberta, Taekwondo combattimento -67kg

Bronzo:
Di Fabio Natasha, Judo 78 kg
Leone Vito, Taekwondo forme e combattimento + 81kg
Dichiera Samuel Luca, Karate + 91 kg