SCACCHI

Abruzzo/Scacchi, quarto scudetto consecutivo per Fischer Chieti

Risultato storico per la città

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6064





CHIETI. La squadra dell’ASD Circolo Scacchi R. Fischer Chieti ha conquistato il suo quarto scudetto consecutivo nel massimo campionato di scacchi a squadre femminile, svoltosi a Bratto (Bergamo) dal 28 aprile al 1° maggio.
Si tratta del quinto scudetto per la società scacchistica teatina, considerando anche quello vinto nel 2008 dalla squadra maschile.
La squadra campione d’Italia è composta dal maestro internazionale ecuadoregna Martha Fierro Baquero (36 anni), dal maestro internazionale italo-russa Zimina (31 anni), dal maestro internazionale femminile Marina Brunello (19 anni di Rogno) e dalla CM Eugenia Di Primio, teatina doc di 28 anni.
Ai nastri di partenza, il Fischer Chieti si presentava tra le favorite, insieme alla Scacchisti.it Viterbo e alla Arrocco di Roma, anch’esse formata da giocatrici di livello internazionale.
Infatti, la Scacchisti.it schierava la MI Ketino Kachiani-Gersinska, la MI Elena Sedina e la forte 1N (Prima Nazionale) Sabrina Reginato, mentre l’Arrocco rispondeva con la MI Elisabeth Paehtz, la WGM (Grande Maestro femminile) Szczepkowska-Horowska, la WF (Maestro Fide femminile) Maria Teresa Arnetta e le 1N Sonia Monticone e Virginia Colantuono.

La squadra “maggiore” del Fischer dopo aver battuto al primo turno le “sorelle minori” del Chieti U16 per 3 a 0, ha subito affrontato al secondo turno la forte Scacchisti.it. Il team neroverde ha disegnato perfettamente la strategia dell’’incontro con Fierro e Zimina che hanno giocato in sicurezza in prima e seconda scacchiera, per imporre la patta a Sedina e Kachiani, mentre Brunello, giocando una partita d’attacco e di pressione con la Reginato, ha portato a casa il punto pieno fissando il risultato finale sul 2-1 per le teatine.
Dopo la facile vittoria per 3-0 con la “cenerentola” Centurini Genova, le campionesse teatine trovavano nel quarto turno l’ultimo serio ostacolo verso il titolo: l’Arrocco di Roma.
Un pareggio sarebbe stato sufficiente ma le neroverdi hanno dimostrato tutta la loro forza vincendo nettamente il match per 2.5 a 0,5 e conquistando lo scudetto con un turno di anticipo. Il quinto turno era pertanto una pura formalità espletata, comunque, con una tranquilla vittoria per 2-1 con Roma Vitinia.

Il successo dello scudetto è stato completato dalla grande prestazione della compagine under 16 del Fischer Chieti, frutto del forte impegno della Società teatina nel settore giovanile e in campo scolastico, che era formata dalle 1N Tea e Laura Gueci, dalla 2N (Seconda Nazionale) Marianna Colasante e dalla 3N (Terza Nazionale) Linda Di Crescenzo.
Le giovani neroverdi hanno conquistato il 4° posto assoluto togliendosi parecchie soddisfazioni. Anzitutto, hanno battuto nettamente (2,5 a 0,5) la compagine del Roma Vitinia (Campione d’Italia 2008 e vice-campione d’Italia 2011!) e poi hanno pattato il match contro la fortissima Scacchisti.it, un match che sarebbe potuto anche concludersi con un’incredibile vittoria delle “fischerine”; infatti, quando Marianna Colasante, battendo la più quotata Alessia Santeramo, pareggiava la vittoria della MI Kachiani su Laura Gueci, la bravissima Tea Gueci era in vantaggio decisivo con la MI Sedina; tuttavia, Tea, forse tradita dall’emozione, ha poi consentito alla fortissima avversaria di rifugiarsi in una posizione di patta.

Anche i risultati di scacchiera hanno confermato la superiorità delle ragazze del Fischer.
Tea Gueci, che si è presa la soddisfazione di imporre la patta anche alla forte WGM polacca Szczepkowska-Horowska, Marina Brunello ed Eugenia Di Primio hanno conseguito i premi per le miglior performances individuali, rispettivamente in prima, in terza ed in quarta scacchiera.

Inoltre, da segnalare anche il 6° posto ottenuto dalla compagine del Fischer Chieti, nel torneo maschile, ove lo scudetto è stato vinto dalla fortissima formazione dell’Obiettivo Risarcimento Padova. Tuttavia, il team teatina è stato molto sfortunato sia nel big-match con Padova, perso di misura ma nel quale ha sfiorato il successo, sia nel match finale con Bologna nel quale è sfuggito per un’inezia il pareggio che avrebbe consegnato il 2° posto alla compagnie teatina.
«Malgrado una punta di amarezza per la sfortunata prestazione della squadra maschile, siamo orgogliosi di aver conquistato di nuovo uno scudetto per la città di Chieti – dice Andrea Rebeggiani, presidente della Società teatina - portando di nuovo la nostra città alla ribalta nazionale e internazionale. Inoltre, il grande risultato della compagine U16 ha confermato la forza del nostro settore giovanile femminile. In Ottobre a Rodi (Grecia) si terrà la Coppa dei Campioni, alla quale avremmo intenzione di essere presenti con la squadra femminile Campione d’Italia. Al fine di partecipare con onore lo sforzo economico da sostenere sarà davvero sostanzioso: mi auguro che la città di Chieti, con i suoi enti, le sue istituzioni ed i suoi operatori economici, sappia dare un fattivo contributo per ripetere un'avventura storica che nel 2011, a Plovdiv, ci regalò un prestigioso 6 posto in Europa».