TELEVISIONE

Lo spreco pescarese da 400 mila euro a Striscia La Notizia

Ieri sera il servizio registrato in città la settimana scorsa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

38863


PESCARA. Uno spreco che non va giù e nemmeno su: questo il titolo del servizio del Tg satirico con protagonista il Comune di Pescara.
Dopo il blitz dei giorni scorsi a Palazzo di città, ieri sera c’è stata la messa in onda del servizio sull’ ascensore esterno realizzato in Comune che non è mai stato attivato e che si ferma su una finestra sia al primo che al secondo piano, dove sono state già installate le pulsantiere. Questo impianto doveva servire a raggiungere il terrazzo del municipio, che attualmente si raggiunge solo passando per la scalinata.
«Clamoroso e surreale spreco di denaro pubblico», lo definisce l’inviato di Striscia la Notizia. I due inviati mostrano l’ascensore, «tutto di vetro trasparente» nella facciata interna dell’edificio del Comune
«L’ascensore», spiega Mingo, «è stata presentata come opera assolutamente indispensabile e nel 2004 l’amministrazione pubblica ha fatto un mutuo di oltre 400 mila euro per l’ascensore di ultima generazione che nel frattempo è diventata di penultima generazione, forse anche terzultima».
I due inviati si sono imbattuti anche nella pulsantiera del fantomatico ascensore mai entrato in funzione. I due hanno aperto una finestra lì vicino per «scoprire cosa c’è oltre» e hanno trovato una parete dell’ascensore: «possiamo dirlo, soldi pubblici buttati dalla finestra».
«Se voi fate un’asta pubblica e qualcuno compra l’ascensore anche ad un buon prezzo…» propone il sindaco Luigi Albore Mascia che viene intercettato dai due inviati per la fatidica consegna del provolone.
«Appena ci saranno le risorse vedremo di porre rimedio ad un clamoroso errore di progettazione , ennesimo fardello ereditato da questa amministrazione» assicura il sindaco.
I due inviati annunciano che torneranno in città per verificare.

*** GUARDA IL SERVIZIO