PATRIMONIO DA CANCELLARE

Città Sant’Angelo, addio allo storico palazzo Coppa. A breve la demolizione

I lavori tra Natale e l’Epifania

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

13206

CITTA’ SANT’ANGELO. Un grido d’allarme per il centro storico di Città Sant’Angelo.

Il Comune sta per abbattere l’antico storico palazzo Coppa in Largo Santa Lucia. Già sede conventuale annessa alla confinante chiesa dei padri Bernardiniani, in seguito divenuta palazzo baronale, la costruzione originaria risale al 1300.
Circa duemila metri quadrati nel bel mezzo di uno dei Borghi più belli d’Italia: due giardini interni, volte affrescate, un’antica grandissima cisterna con affacci esterni ancora oggi piena di acqua limpida, accesso riservato interno ad una loggia della chiesa, due terrazzi panoramici.
La stanno abbattendo senza che nessuna voce contraria si sia manifestata in nessun modo. A settembre il sindaco Gabriele Florindi ha emesso un ordinanza di demolizione «rilevata la pericolosità per la incolumità pubblica e l' impossibilità di salvaguardare la stabilità dell' edificio mediante opere provvisionali».
Il palazzo di proprietà del barone Coppa, già proprietario di quasi tutte aree edificate a marina di città Sant’ Angelo, è da tempo in stato di abbandono. Si sarebbe anche cercato un acquirente ma il prezzo troppo elevato non avrebbe mai fatto concludere l’affare.
La proprietà ha disatteso diverse ordinanze fatte dal Comune negli anni scorsi per il ripristino di condizioni di sicurezza posto che il palazzo è a ridosso della strada di circonvallazione a fianco delle scuole elementari.
Sono già stati inoltrati un esposto in procura, alla sovrintendenza e ai vigili del fuoco ma ormai i lavori di demolizione sono imminenti.
L'allestimento del cantiere sta proseguendo, i mezzi dovrebbero cominciare ad operare nel periodo delle vacanze natalizie, da sabato in avanti.
Di sicuro da ieri fino al prossimo 6 gennaio la circolazione e la sosta di veicoli e pedoni sarà interdetta nella zona proprio per garantire la sicurezza dei lavori.
La chiusura di via Circonvallazione al transito veicolare potrebbe anche essere prorogata, si legge nell’ordinanza firmata da Florindi, in caso di prolungamento dei lavori.