ROLLING STONE

Masso caduto: 80mila euro per la messa in sicurezza ed il ritorno alla normalità

Anche il trasporto pubblico viene ripristinato da oggi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6454

CARAMANICO TERME. Si è svolta ieri mattina la conferenza di servizi convocata dal Comune di Caramanico per decidere gli interventi da attuare in merito al distacco di un masso roccioso dalla pendice nord della vallata dell'Orte, sulla strada regionale 487.

Il masso è rotolato dalla scarpata generato una voragine sul manto stradale nei pressi della galleria Fontegrande all’ingresso del paese.
Alla fine della riunione è stato stabilito che il servizio del Genio Civile Regionale predisponga una immediatamente attività, già preliminarmente delineate nell’incontro tenuto in Comune giovedì scorso, consistente in un intervento di somma urgenza per eliminare l’incombenza di un potenziale pericolo derivante dalla rilevata insistenza sul tratto medesimo di un altro masso (ancorché di dimensioni molto più esigue) e, contestualmente, l’attuazione di tutte le attività finalizzate alla ‘fotografia’ tecnico-strutturale del costone interessato dal crollo ed al monitoraggio dei fenomeni da esso provenienti per un importo di 30mila euro.
La Provincia di Pescara, una volta ultimata l’operazione del Genio Civile (orientativamente da giovedì 29 novembre), procederà con le operazioni di disgregazione del masso da oltre 100 tonnellate che ancora occupa la sede stradale della ex Ss 487, e, conseguentemente, eseguirà  i lavori di risistemazione della carreggiata stradale e di installazione di reti di protezione para-massi sul sovrastante versante, onde così permettere la riapertura del tratto stradale comunque entro la fine della settimana prossima. Importo stimato 50mila euro.
«La conferenza», ha spiegato il sindaco Mario Mazzocca, «oltre a fare il punto sulle risultanze delle indagini preliminari effettuate ‘in situ’ dai tecnici incaricati da questo Ente, ha definitivamente sancito gli impegni che nel pomeriggio gli Enti competenti interessati, ai quali va il nostro ringraziamento, avevano già assicurato».
Alla Conferenza hanno partecipato anche i rappresentanti dei comandi provinciali dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato, fin dalle prime ore dell’evento impegnati con il Comune a fronteggiare la situazione emergenziale.
La viabilità alternativa da e per S.Eufemia è assicurata dalla strada provinciale Caramanico-S.Nicolao e da quella comunale  S.Nicolao-Canale, tratto su cui la Provincia ha immediatamente eseguito i necessari ancorché minimi lavori di manutenzione del manto stradale. Lavori che proseguiranno anche sulla strada Morrone, per consentire la messa in sicurezza della viabilità alternativa da e per S.Vittorino.
Anche l’Arpa ha disposto la riattivazione del servizio di trasporto pubblico da e per S.Eufemia  da oggi martedì 27 novembre, mediante l’utilizzo di un idoneo automezzo adatto a fungere da bus-navetta con il terminal di Piazzale Vallocchia.