OPERAZIONE ‘LETIZIA’

Sequestrati 16 chili di marijuana, in manette il ‘produttore’

Trovate piante altre 3 metri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

9611

TORRICELLA PELIGNA. Il Corpo Forestale dello Stato ha arrestato in flagranza di reato un cittadino di Torricella Peligna, cinquantenne di origini tedesche.

L’uomo aveva allestito nei pressi della propria abitazione una coltivazione di 17 piante di Cannabis indica. I Baschi Verdi hanno sottoposto a sequestro quasi 16 kg di droga, corrispondente ad un valore complessivo di circa 100.000 euro.
Sono stati necessari diversi giorni di appostamento nel bosco limitrofo alla coltivazione di Cannabis indica, conferma Livia Mattei, comandante provinciale di Chieti, e si sono rivelate decisive le immagini riprese con una fotocamera, strategicamente posizionata, che non hanno lasciato dubbi sulla identità del produttore e detentore di marijuana.
La squadra del Corpo Forestale dello Stato, composta dal personale del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale Nipaf di Chieti, diretto da Enrica Rapposelli, e dal Comando Stazione Forestale di Torricella Peligna, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lanciano, Dicuonzo, ha operato con costanza ed intuito investigativo per chiudere il cerchio.
L’immediatezza della perquisizione ha consentito di rinvenire numerosi rami di Cannabis lasciati ad essiccare in un sottotetto raggiungibile tramite una botola sul soffitto, non immediatamente individuabile.
E’ lì, infatti, che sono stati ritrovati circa 120 grammi di marijuana confezionata in una busta trasparente e materiale di propagazione. Nell'abitazione, inoltre, sono state trovate strisce di carta argentata (su cui erano identificabili residui di fiori essiccati) posizionate sui caloriferi. C’erano anche contenitori ripieni di sostanza stupefacente. Sono state sequestrate anche sette piante ancora non recise di tre metri di altezza.