DEGRADO

Loreto Aprutino, erbacce e muschi nella Chiesa del Ministero

La denuncia parte dai consiglieri di minoranza. I soldi ci sono ma i lavori non partono

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5406

LORETO APRUTINO. «La Chiesa del Ministero dell’Interno a Loreto Aprutino è in stato di abbandono».

Lo denunciano, con immagini, i consiglieri comunali di minoranza di Loreto Emanuele Evangelista e Lorenzo Chiappini.
Il complesso, una delle fondazioni francescane più antiche d'Italia, di poco successiva a quelle realizzate direttamente dal Santo, appartiene al Ministero dell’Interno attraverso il Fec (fondo di edifici di culto). Il Ministero vanta, infatti, un patrimonio costituito da oltre settecento chiese, conventi, caserme, un castello, centinaia di unità immobiliari, fondi rustici, cascine, boschi e selve, diffusi su tutto il territorio nazionale.
«Ed un patrimonio architettonico simile sul territorio di Loreto», hanno sottolineato i consiglieri, «andrebbe tutelato se non per dovere civico nei confronti dei fedeli e dei propri concittadini, quanto meno per mantenerlo turisticamente attraente e proficuo per l’economia locale».
Dalle immagini restituite da Chiappini ed Evangelista emerge una realtà diversa: muschi ed erbacce invadono gli stucchi, probabilmente a causa delle infiltrazioni sul tetto, «si vedono anche una carogna di faina, sterco sull’altare, il distaccamento del muro, crepe nei locali attigui alla sagrestia, una crepa nella cupola centrale», indicano i consiglieri.
Secondo Chiappini ed Evangelista, «due anni fa l’amministrazione ha ricevuto 200.000 euro  dal Governo per la messa in sicurezza del tetto. Purtroppo a distanza di due anni nulla è stato fatto per porre rimedio a questa situazione, nemmeno il progetto preliminare. E c’è il rischio che quei soldi debbano tornare allo Stato che li destinerà ad altre opere in comuni sicuramente più celeri ed operosi».
Di sicuro però l’Ente riesce ad esaltare il valore della Chiesa sulla sua pagina Web.

«Questa piccola chiesa racchiude come uno scrigno tutte le particolari caratteristiche dell'antico Medioevo», si legge,«dal portale trecentesco che introduce il fedele in un'atmosfera unica, cupa e suggestiva, dove la debole luce che riesce a penetrare illumina gli affreschi e la croce lignea di Francesco Novelli, al coro, che conserva la forma originaria del Medioevo, caratterizzato da un imponente organo del 1745 di Adriano Fedri».

LE ALTRE CHIESE DEL MINISTERO
Oltre alla chiesa di San Francesco a Loreto Aprutino, il Ministero dell’Interno, attraverso il Fec, detiene altri complessi monumentali in Abruzzo: come la Basilica di San Bernardino a L’Aquila, la Basilica di San Francesco a Tagliacozzo, la Chiesa di San Giovanni in Venere a Fossacesia, la Chiesa di Sant’Antonio a Francavilla al Mare.